Nonsolomamme Nido

Bimbi sereni e coccolati

RSS 2.0

Progetto educativo 2021/2022 LE STAGIONI: COLORI..SUONI..SAPORI

PRIMA FASE
Il nostro ambientamento al nido
Periodo
Settembre- ottobre
L’ambientamento al nido è un periodo molto delicato sia per il bambino che per la famiglia. Il confronto aperto, la richiesta continua di spiegazioni ai propri dubbi da parte dei genitori sarà una condizione indispensabile per creare un rapporto di fiducia tra educatori, genitori e bambini. La ripresa dei ritmi nuovi e l’ambientamento dopo le vacanze estive con mamma e papà è indispensabile per creare un ambiente sereno e familiare.

Obiettivi:
• Superare le difficoltà del distacco
• Conoscere persone e ambienti del nido
• Sentirsi accolto nel nuovo ambiente
• Accettare serenamente il momento del cambio, del pranzo e del sonno
• Ambientarsi e riprendere i ritmi dopo le vacanze

SECONDA FASE
Inizio progetto educativo
Periodo
Novembre – giugno
OBIETTIVI

• Favorire un primo approccio alla conoscenza degli elementi della natura a seconda della stagione.
• Osservare l’ambiente circostante e le sue trasformazioni legate al trascorrere del tempo.
• Stimolare la capacità di riconoscere e distinguere frutta e verdura di stagione cogliendone il colore, il sapore, il profumo.
• Favorire attraverso l’utilizzo dei cinque sensi l’esplorazione e la manipolazione di materiali naturali legati alla stagione e non solo.
• Favorire la coordinazione oculo-manuale.
• Ascoltare i suoni che la natura ci regala, riconoscerli e creare degli strumenti per riprodurli.
• Favorire e stimolare lo sviluppo del linguaggio attraverso racconti, filastrocche

TEMPI E MODALITA’ DI ATTUAZIONE
Il progetto verrà attuato dal mese di novembre al mese di giugno e coinvolgerà tutti i bambini.
Abbiamo scelto questo tema per: sensibilizzare i bambini ad osservare, scoprire ed apprezzare l’ambiente che li circonda; insegnar loro a vedere la natura come ricchezza e bellezza, amore per le cose che offre e per le emozioni che da; per le situazioni di gioco che permette di realizzare, situazioni ricche di apprendimento e di scoperte sensoriali, di vita.

Attraverso un percorso ludico-sensoriale accompagneremo i nostri bambini alla scoperta delle stagioni e delle loro trasformazioni.

Durante le uscite in giardino e le uscite a passeggio, i bambini saranno aiutati a cogliere la bellezza dei cambiamenti stagionali per far loro il concetto che la natura è il loro mondo dove conoscere, apprendere, vivere e giocare.
Attraverso la manipolazione di elementi caratteristici di ogni stagione i bambini saranno invitati a esplorare forme, suoni, sapori e colori.

DIVEZZINI: 12 – 18 MESI
AUTUNNO
MATERIALE: foglie, castagne, zucche, noci.
ATTIVITA’
• Foglie: toccare, calpestare, strappare, sbriciolare, ascoltare il suono che le
foglie producono; nascondersi e ricoprirsi con le foglie (cucù)
• Castagne/Noci: travasi con contenitori di forme e materiali vari (legno,
metallo, plastica, trasparenti, scatole di cartone)
• Zucche: osservare i colori, la forma, la dimensione, il peso.

INVERNO
MATERIALE: arance, mandarini, limoni, pigne, neve

ATTIVITA’
• Arance/mandarini/limoni: osservare il colore, odorarne il profumo, sentire il
sapore, spezzettare la buccia
• Neve: scopro toccando…è fredda, bagnata, bianca

PRIMAVERA
MATERIALE: fiori, salvia, rosmarino, lavanda
ATTIVITA’
• Fiori: raccogliere i fiori, sentire il profumo, staccare i petali
• Salvia/rosmarino/lavanda: toccare, sentire la consistenza, il profumo delle foglie, staccarle dal loro rametto e infine riporle nei sacchettini di tulle.

ESTATE
MATERIALE: acqua, sabbia, conchiglie
ATTIVITA’
• Acqua: travasi
• Sabbia: manipolazione, travasi

Cesto dei tesori/Gioco euristico: arricchiti con elementi di stagione (castagne, noci, pigne, zucche, agrumi), sacchetti profumati (salvia, rosmarino, lavanda).

DIVEZZI 18 – 3 anni
AUTUNNO

MATERIALE: castagne, noci, foglie secche, uvette, pigne, fagioli, pannocchie, zucche e semi di zucca, uva e cachi.
ATTIVITA’: travasi con le castagne e le noci, raccogliere e sbriciolare le foglie secche, sgranare le pannocchie, macinarle e travasare i chicchi, travasi con la farina gialla, raccogliere le pigne e i legnetti; spremere e pigiare l uva e i cachi; creare degli strumenti musicali, fare dei collage e dei manufatti con il materiale autunnale raccolto.

INVERNO
MATERIALE: arance e mandarini, finocchi, noci, fagioli rossi, legnetti, rami, fiocchi di cotone, pigne
ATTIVITA’: affettare, manipolare, sbucciare, spezzettare, sgranare, spremere, odorare, gustare frutta di stagione; gioco con la neve in giardino e al nido; creare degli strumenti musicali, fare dei collage e dei manufatti con il materiale invernale raccolto in giardino.

PRIMAVERA
MATERIALE: fiori e primule, piselli, basilico, prezzemolo
ATTIVITA’: manipolare, spezzettare; esperienza odorosa con erbe aromatiche; scatole di cartone e di metallo e per riprodurre i temporali primaverili; attività musico-sensoriale con il bastone della pioggia; seminare piantine aromatiche, annaffiarle e curarle accompagnandole nella loro crescita

ESTATE
MATERIALE: ciliege, pesche e albicocche, acqua, sabbia, conchiglie
ATTIVITA’: manipolare, travasare, odorare frutta di stagione; creare degli strumenti musicali con i noccioli della frutta; riproporre i suoni dell’ acqua.

STAGIONALMENTE ogni bambino realizzerà il suo albero.

AUTUNNO: Legnetti di varie misure che creano l’albero privo di foglie.

INVERNO: Batuffoli di cotone da appoggiare ai rami e a terra che rappresentino la neve.
PRIMAVERA: Foglie ottenute ritagliando la carta crespa verde e fiorellini di pasta di mais colorata
ESTATE: Grande chioma verde di stoffa verde.
La creazione degli alberi verrà fatta da ogni bambino in versione più piccola che raccoglieremo e metteremo all’interno dell’album dei lavoretti di fine anno.

DOCUMENTAZIONE E VALUTAZIONE.
Il programma sopra definito sarà oggetto di valutazione e verifiche temporali per analizzare il percorso ludico-conoscitivo dei bimbi. Sarà cura degli educatori documentare con materiale fotografico le esperienze realizzate dai bimbi durante l’anno, raccogliere il tutto in un album dei ricordi e consegnarlo alla fine dell’anno ai genitori.

LE FESTE TRADIZIONALI

Periodo
Ottobre: Festa dei nonni, Halloween
Dicembre: Natale
Gennaio: Epifania
Febbraio: Carnevale
Marzo-aprile: Festa della donna, Festa del papà, Pasqua
Maggio: Festa della mamma

Obiettivi:
• Conoscere segni e simboli delle feste principali (Halloween- Natale- Epifania- Pasqua)
• Conoscere e vivere momenti di festa in famiglia (F. del papà- F. della mamma- F. dei nonni)
• Conoscere e vivere il Carnevale

Modalità d’intervento:
Le educatrici proporranno un laboratorio costruttivo-creativo, che nasce dal desiderio di vivere momenti di festa condividendo la preparazione e la realizzazione di lavoretti, prevalentemente in materiale povero o di riciclo con i bambini.

Metodologia:
• Utilizzo di racconti, filastrocche, canti
• Attività creative di pittura, manipolazione
• Festa di Natale con i bimbi mangiando il dolce di Natale e cantando tutti insieme

Attività esperienziali
MANI IN PASTA
Lasciare un’impronta di sé stessi, affinare i movimenti ed esprimere la propria fantasia sono gli aspetti più gratificanti dell’esperienza della manipolazione.
Impastare, spalmare, schiacciare, sono tanti modi per scoprire i materiali e imparare a conoscerli. Al nido si può dedicare molto tempo ad esperienze che favoriscano l’acquisizione ed il controllo della motricità fine mettendo a disposizione dei bambini materiali ed oggetti che possano contribuire a creare una raccolta di dati tattili e
percettivi.

TRAVASI
Questo gioco consente al bambino di sperimentare la consistenza, la profondità, la capienza, le dimensioni, il volume, il peso, la densità. Favorisce la conoscenza delle relazioni spaziali e del rapporto tra contenente e contenuto, permette inoltre al bambino di collegare causa-effetto. Migliora il coordinamento occhio-mano e la motricità fine. Travasando i vari materiali proposti si potranno differenziare i rumori, quali quello della pasta, della farina o dei sassi.

Obiettivi generali:
• Sollecitare la partecipazione a nuove esperienze
• Affinare la manualità
• Conoscere materiali differenti per colore, peso e consistenza

Modalità d’intervento:
Le educatrici sistemeranno sui tavoli o sul pavimento un telo dove i bambini potranno giocare con i materiali stabiliti. In questo modo i bambini si sentiranno liberi di sperimentare senza restrizioni e di sporcarsi senza paura.

Metodologie e materiali:
• cesto della carta
• cesto della stoffa
• cesto dei travestimenti
• manipolazione di materiali solidi: didò, Das, pasta di pane, plastilina
• manipolazione di materiali in polvere: farina bianca, farina di mais, cacao
• manipolazione di materiali secchi: fagioli, ceci
• impasti vari
• barattoli, ciotole e contenitori per i travasi con i vari materiali

Siamo tutti… NATI PER LEGGERE
Il Nido Nonsolomamme nido promuoverà la lettura di libri con tematiche quali l’emozione, il cibo, la nanna, le coccole, o legate ai progetti trattati. Sarà dedicato uno spazio di tempo al nido dedicato esclusivamente alla lettura secondo le fasce d’età in un luogo comodo, confortevole, lontano da distrazioni, tenendo il libro in modo da far
vedere chiaramente le pagine. In questo modo si crea l’abitudine all’ascolto e aumentano i tempi di attenzione, si rafforza il legame affettivo tra chi legge e chi ascolta. Se volete farlo anche voi a casa, sappiate che ai bambini piace scegliere la storia e rileggerla molte volte e che:

I BAMBINI
• a 12 mesi
Tengono il libro in mano e, se aiutati, girano più pagine alla volta. Consegnano il libro
all’adulto.
Sono più adatti i libri cartonati e le figure preferite riguardano azioni familiari
(mangiare, dormire, giocare)
• a 15 mesi
Girano le pagine usando due dita. Se è raffigurato un volto, capiscono se è capovolto.
Provano ad imparare e ad anticipare frasi brevi e facili scritte sulle pagine
• a 18 mesi
Completano e anticipano le frasi del libro. Piacciono i libri di animali e i loro buffi versi, i
libri di bambini e della ritualità della giornata.
• a 24 mesi
Girano bene le pagine. Trascinano i libri per casa e “leggono” alle bambole o al gatto
inventando storie a loro piacimento. Si identificano con i personaggi.
• a 30 mesi
Amano storie di bambini della loro età che narrano momenti di vita comune, di amicizia, di
fratelli o sorelle, ma anche libri fantastici con protagonisti li animali. I testi devono essere semplici.

L’Inglese:
Gli studiosi ci suggeriscono che il bambino, fin dalla nascita, è perfettamente in grado di assimilare due o più lingue, se a queste è esposto sufficientemente – ma l’età di acquisizione nell’apprendimento delle lingue gioca un ruolo fondamentale. I bimbi al nido sono nell’età perfetta per l’acquisizione della seconda lingua e possono essere
esposti ad essa per molte ore durante la giornata.
I bambini imparano la lingua inglese in maniera naturale attraverso il gioco, il canto, le attività didattiche e la semplice routine.
La presenza della lingua inglese durante alcune attività di routine consente ai bambini di prendere confidenza con alcune parole nuove in inglese e agevola l’apprendimento della lingua.

FINALITA’:
La sensibilizzazione della lingua inglese attraverso l’ascolto, l’acquisizione di termini comuni e semplici canzoncine e la comprensione di piccole indicazioni.


I “Musetti” dei vostri Bimbi

Aderente al
“Codice di autoregolamentazione Internet@minori” secondo cui tutte le foto presenti in questo sito non mostrano volti riconoscibili dei minori.